DATI CATASTALI – Perché è obbligatorio comunicare i dati catastali al fornitore di energia elettrica, gas e servizi idrici?

  • Home
  • Blog
  • News
  • DATI CATASTALI – Perché è obbligatorio comunicare i dati catastali al fornitore di energia elettrica, gas e servizi idrici?
Perché è obbligatorio comunicare i dati catastali al fornitore di energia elettrica, gas e servizi idrici?

DATI CATASTALI – Perché è obbligatorio comunicare i dati catastali al fornitore di energia elettrica, gas e servizi idrici?

Spesso i clienti si chiedono perché devono comunicare i dati catastali del loro immobile quando sottoscrivono un contratto di energia elettrica, gas o idrico.
Abbiamo deciso, quindi, di fare un po’ di chiarezza e di rispondere a questa domanda in modo più completo e esaustivo.

L’art. 1 comma 333 della legge 311 del 30.12.2004 (Legge Finanziaria del 2005) impone a tutte le Società che svolgono attività di vendita di energia elettrica, gas e servizi idrici, di richiedere ai Clienti i dati catastali identificativi dell’immobile presso il quale è attivata la fornitura a loro intestata, anche nel caso in cui non siano proprietari o titolari di un diritto reale (abitazione, usufrutto, ecc…) sull’immobile stesso, ma ne siano per esempio conduttori o comodatari.

La compilazione di questo modulo è dovuta ogni qualvolta che viene sottoscritto un nuovo contratto di fornitura o viene modificato un contratto esistente.

E’ importante precisare che, laddove non venissero comunicati i dati catastali, il contratto o la sua modifica sono comunque validi.
Tuttavia, ci teniamo ad evidenziare che, la mancata dichiarazione dei dati catastali può comportare sanzioni da parte dell’Amministrazione Finanziaria.

Ciò premesso vediamo adesso cosa sono i dati catastali e dove è possibile reperirli.

I dati catastali sono quelle informazioni che identificano un determinato immobile inclusi la sezione urbana, il foglio, la particella, il subalterno ed il Comune.

E’ possibile reperire questi dati in diversi documenti:

  • Nell’atto d’acquisto;
  • Nel contratto di affitto (obbligatorio dal 2010);
  • Nella visura catastale rilasciata dall’Agenzia delle Entrate;
  • Nella denuncia o dichiarazione IMU (Imposta Municipale Propria);
  • Nella denuncia di successione (in caso di eredità);

Speriamo di essere stati chiari ed esaustivi e vi invitiamo a contattarci qualora necessitaste di maggiori informazioni.

📞 011.6185078
📧 [email protected]
💻 www.energevolution.com

Leave A Reply